martedì 4 novembre 2008

La seconda mamma

Purtroppo la mamma di Marinella, mia moglie, sta morendo. In questa fase tutto è difficile anche essere costantemente presente sul blog.
Mi scuso con tutti. Nient'altro.

16 commenti:

max-buck-office ha detto...

@ Giu - Sono 5 giorni che piove e non si sentono cucù.
Ciao

JANAS ha detto...

Max ti abbraccio e abbraccio, anche se virtualmente, tua moglie Marinella!
I cucù torneranno...ieri mi sono trovata in mezzo alla tromba d'aria che ha attraversato Roma...oggi ho scoperto che un ragazzino di tredici anni, nello stesso momento, in un'altra parte di Roma, è morto a causa della stessa, schiacciato da un albero..siamo appesi tutti a un filo...cerchiamo di vivere ogni giorno, come se fosse il più grande regalo!
...non hai niente di cui scusarti, semmai tu, scusa per la nostra invadenza!

intrigantipassioni ha detto...

Io non credo sia una cosa per la quale scusarsi. Stalle vicino.

Alessandra ha detto...

Vi penso.

Ale

Anonimo ha detto...

Vi ringrazio tutti a nome e per conto di mia moglie.
Ciaao

Guernica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Guernica ha detto...

Mi dispiace molto.
A presto cucù

Tony Pannone ha detto...

Max un saluto e pensa a stare piu' vicino a chi soffre in questo momento... a presto.

zebrabianconera10 ha detto...

Ti sono vicino.
Un abbraccio anche a tua moglie.
Ciao!

Lucignolo ha detto...

Pensare che è nell'ordine delle cose che la vita, per come la conosciamo noi, termini, che finisca anche quella delle persone più care, anche di quei profili che pensavamo indispensabili, è così ineluttabile che, deve dare la certezza a chi resta che sia superabile quel dolore, e che si trasformerà e diventerà ricordo, dolce e struggente.

E' giusto lasciare andare quanto più serenamente possibile chi è arrivato alla firma sul fondo del suo quadro, resterà il quadro e la maggior parte di noi guarderà il quadro e non la firma.

Preoccuparsi di chi resterà, Vi guarderete negli occhi lucidi pensando, Noi ci siamo ancora, ditevelo e fatelo sentire.

Veramente, mi sento un poco disarmato, ho uno strano rapporto con la morte, non vado ai funerali,
e aspetto sempre qualche mese per parlare con chi resta.

Preferirei sedermi silente vicino e cingerti le spalle con un braccio a picchiettar pacche su una spalla, per te, a lasciare un tristo sorriso con le sopracciglia inarcate a dire "siam senza mezzi ma qui" a Marinella che conosco poco...

Qui con Voi, non ho che parole da lasciar scritte, non gesti, comunque spero riempiano un poco del vuoto che già sentite avanzare.

Non a noi il vostro tempo di oggi, si intuisce senza necessità di dire altro, aspetteremo che ce ne doniate nel tempo avvenire, magari con racconti di ricordi dolci e struggenti.

Con un poco di bene, a Voi, coraggio !

Mat ha detto...

ma scusarti di cosa???
fai bene in questo momento, tutte le energie e il tempo deve concentrarsi li.
un abbraccio cucucciolo!

Kniendich ha detto...

Un abbraccio a te, tua moglie e sua mamma.. con tutto il cuore..

Anonimo ha detto...

I più assidui sanno che Marinella non sa neanche accendere il computer. Lavora con passione in una casa di riposo, piange ogni volta che viene a mancare un ospite, figuriamoci per sua mamma. Non è ancora entrata nell'ordine di idee che sia pressochè finita.Io gli sto vicino ma lei è ipersensibile.
Ciao aa tutti.

Anonimo ha detto...

@ Lucignolo - Grazie, io queste meste cose le ho superate da tempo. Mio padre è morto
nel 1970 e mia madre nel 1988. Il ricordo è sempre presente ma il dolore è lenito dal tempo. La vita continua e come .....

JANAS ha detto...

ciao max!
un pensiero per te...c'è sempre!

max-buck-office ha detto...

Grazie Giuliana, grazie Luca, grazie Tony, grazie Matteo, grazie Guerny, grazie Ale, grazie Intriga, grazie Zebra, grazie Kni, grazie a tutti quelli che stanno vicino soprattutto a Marinella. Fortunatamente, Maria la nonna, sta meglio o perlomeno soffre meno, perchè presso l'Ospedale ha le cure adeguate ma, secondo me, il destino è segnato come per tutti.
Un abbraccio a tutti, per stavolta senza cucù ...