mercoledì 23 marzo 2011

RE.M.PA raccolta ecologica

Oggi abbiamo ricevuto un volantino che invita ad esporre venerdì indumenti e materiale vario. Non c'è scritto chi sono, lo scopo sociale, dove hanno la sede, chi sono i responsabili ecc. ma in un paese presunto civile possono ancora accadere queste cose? Io non espongo niente!

13 commenti:

Anonimo ha detto...

E fai bene!
A quanto ne so io è gente che raccoglie gli stracci per rivenderli.
Max

MAX ha detto...

grazie omonimo ...

sirio ha detto...

Esponi il volantino con sotto scritto : Chi siete ? . . .
Ciaoooo!

tuttopiùsantangeles ha detto...

RE.M.PA........Ritiro.Emmediatamente.Metì.Palanca....

tuttopiùsantangeles ha detto...

GHEDDAFI MI HA RIMOSSO DAGLI AMICI DI FACEBOOK...

MAX ha detto...

la palanca gliela do sulla zucca ...
i vestiti poi se li rivendono al mercato (credo)
ciao Sirio

Kylie ha detto...

IO non li metterei così a disposizione... Da noi ci sono parrocchie e centri di aiuto a cui si può donare quello che si ha in più.

MAX ha detto...

Kilye sono d'accordo al 100% ...

spillo ha detto...

Anche perché REMPA si occupa di compravendita dell'usato, quindi questo evidentemente è un modo come un altro di ottenere a costo zero oggetti da rivendere

MAX ha detto...

ecco ..i miei dubbi sono dissipati ...

Anonimo ha detto...

Dovevamo passare oggi da Novi Ligure a ritirare l'usato, ma non si è visto nessuno. Morale della favola sono le ore 22 e tutti questi sacchetti sono in mezzo alla strada.

MAX ha detto...

Vi prendono pure in giro .....

Anonimo ha detto...

Mi sono imbattuta con chi si occupa di raccogliere i sacchetti.
Mi è venuto un dubbio, perchè solitamente le associazioni che si occupano della raccolta hanno un riconoscimento; questo invece era un furgoncino completamente anonimo. Allora vado in comune, e li non mi sanno dire niente, vado alla caserma dei carabinieri solo per accertarmi che i miei vestiti siano finiti a chi ne ha bisogno, come tra l'altro dice il sacchetto, e li in caserma mi trovo un carabiniere che mi dice quasi scocciato della mia presenza, che non capisce qual è il problema, e che mi dice che sono libera di dare i miei vestiti o di non darli. Ma io mi chiedo, il problema sei tu carabiniere che non capisci o il problema è che hai paura di informarti?

Ma a voi del blog chiedo, avete qualche altra informazione riguardo, o sapete dirmi a chi mi devo rivolgere? Esiste qualcuno che controlla veramente queste cose? La beneficienza viene dal cuore, e io vorrei capire se ne vale la pena o no dare i miei vestiti a loro.