lunedì 24 marzo 2008

Munnezza

Oggi la nostra città assomiglia molto ai filmati che fanno vedere a Napoli e dintorni. A fronte di una piazzuola ecologica che trovo sempre pulita il paese si presenta molto male. Si trova di tutto soprattutto nelle zone nevralgiche che vengono regolarmente segnalate al sito http://www.ggentilean.com/. La situazione mi sembra in declino e vedo che non si riescono a porre rimedi validi. Volantini anche il lingua araba non hanno risolto il problema, qui è questione di educazione civica e di mancata repressione del fenomeno. Resta il fatto che le vie od i quartieri meno ecologici sono a forte presenza di stranieri. Se ragionano così per la raccolta differenziata, ragioneranno così anche rispetto agli altri problemi. Di che integrazione vogliamo parlare?

3 commenti:

spillo ha detto...

il punto è che in italia non si cerca di far integrare l'extracomunitario, piuttosto ci si adegua a ciò a cui è abituato tale extracomunitario. mi spiego: l'immigrato di turno è abituato a buttare la spazzatura in un solo sacco, lo fa e il comune non la ritira. la spazzatura rimane là e all'extracomunitario non importa tanto è fuori da casa sua. ma guai a parlare di sanzioni, telecamere et similia per rimediare al danno, perchè saremmo razzisti!

lo sai come van le cose max, e sinceramente non credo cambieranno tanto facilmente, ma tu stai attento alla raccolta differenziata perchè sei italiano, quindi nessuno si farà problemi a far valere la legge...

Anonimo ha detto...

ciao max.. ho ricevuto il tuo mess sul mio blog.. cavolo parigi.. wow.. buon divertimento..

MARCO PERCIABOSCO

¤FP¤ ha detto...

Ti invidio!!!